BLOG  / Obiettivi ben formati per definire al meglio ciò che desideri – parte 1

 09/12/2014 
 Verso quali obiettivi stai convogliando le tue energie?

Gli obiettivi, siano essi aziendali, sportivi o di crescita personale, per essere formulati al meglio devono possedere delle caratteristiche che li rendano “obiettivi ben formati”.

Alcune persone sono abituate a definire obiettivi, magari per il proprio lavoro, altre non hanno questa abitudine e non sanno quanto sia importante porsi degli obiettivi, oppure li formulano male.

Potresti dire ad esempio “Vorrei fare quella cosa” oppure “Voglio fare quella cosa entro il …”.

Quali sono i due fattori che rendono più efficace il secondo esempio?

Innanzitutto una migliore linguistica, avendo utilizzato il presente (il tempo della certezza, di qualcosa che esiste) e non il condizionale (il tempo della possibilità) e in secondo luogo l’esistenza di un traguardo temporale preciso.

Quando definiamo esattamente che cosa vogliamo agiamo più rapidamente e con maggiore determinazione in tale direzione, senza disperdere energie e focalizzandoci mentalmente su di essa.

Definire con chiarezza i tuoi obiettivi e concentrarti su di essi ti permette di attingere a due risorse indispensabili: l’entusiasmo e la passione.

Spesso non riusciamo a raggiungere i nostri obiettivi semplicemente perché abbiamo sbagliato in partenza, durante la loro definizione.

Vediamo quali sono i criteri di formulazione degli “obiettivi ben formati” per avere successo, trasformando gli obiettivi in risultati.

1. ESPRESSO IN POSTIVO E SPECIFICO

Definire un obiettivo vuol dire decidere chiaramente e con precisione che cosa si desidera raggiungere.

Chiediti: “Che cosa voglio esattamente?”.

A questa domanda molte persone rispondono in termini negativi, dicendo ciò che non vogliono piuttosto che ciò che vogliono. Formulando in questo modo il tuo obiettivo, la tua attenzione sarà rivolta a ciò che desideri evitare, trascurando ciò a cui aspiri. È giusto allontanarsi da una situazione insoddisfacente, purché il nostro percorso abbia una meta a cui tendere, altrimenti alla prima difficoltà torneremo indietro o finiremo chissà dove.

La nostra mente non conosce il “non” e quindi, piuttosto che dire: “Non voglio più essere grasso” o “Non voglio più avere problemi economici”, molto meglio dire: “Voglio perdere 10 kg” o “Voglio guadagnare 5.000 euro al mese”.


2. MISURABILE 

Definito l’obiettivo in maniera più specifica possibile, è opportuno avere anche una procedura di verifica, che ti aiuterà a scoprire in base a quali criteri considerare raggiunto un obiettivo.

Chiediti: “Come saprò di aver realizzato l’obiettivo desiderato?”.

In alcuni casi un obiettivo è facilmente misurabile, quando ad esempio è rappresentabile con un numero. Se il tuo fosse quello di fatturare come professionista 5.000 euro al mese, ti basterebbe controllare il conto corrente. Se, invece, desiderassi qualcosa di più astratto, come “voglio essere un padre migliore”, avresti bisogno di pensare in termini più complessi, verificando i progressi e il raggiungimento del tuo obiettivo in termini sensoriali. Ad esempio la risposta potrebbe essere: “Giocare con mio figlio un’ora al giorno e portarlo al parco giochi almeno una volta alla settimana”.

Oppure, “Voglio essere un team leader più efficace”. Quando avrai raggiunto il tuo obiettivo, cosa vedrai intorno a te? Che comportamenti avranno i membri del tuo team? Che cosa ti diranno? Che cosa dirai loro? Che sensazioni avrai come team leader efficace? Un osservatore esterno che cosa vedrebbe, udirebbe e percepirebbe?



3. SCRITTO

Una delle abitudini più importanti, che ti porterà al successo, consiste nel fissare su carta l’obiettivo che vuoi raggiungere. Scriverlo aiuta a dargli una concretezza maggiore del semplice tenerlo in mente: nel momento in cui lo metti per iscritto, si crea una connessione tra la mente (il pensare l’obiettivo), il corpo (la mano che scrive l’obiettivo) e l’obiettivo stesso.

Scrivere rappresenta una sorta d’impegno con te stesso e il poterlo rileggere ti dà la possibilità, anche dopo qualche inevitabile fallimento, di tenerlo sempre ben presente. Perciò, scrivilo su qualcosa che puoi consultare regolarmente, in modo da ricordartene durante la giornata.

Nella nostra mente i pensieri e le parole vengono cancellate e cambiano nel tempo. Scrivere ti obbliga a sintetizzare in una frase pensieri e sensazioni, costringendoti a chiarire meglio gli obiettivi a te stesso e alla tua mente. Ti permette inoltre di fissare priorità e scadenze e di monitorarne lo sviluppo.

4. CONTESTUALIZZATO

Per rendere il tuo obiettivo più specifico, dovrai considerare in quale situazione o contesto intendi raggiungerlo, stabilendo così dei confini appropriati. Potrebbe ad esempio riguardare la vita nella sua globalità o solo uno dei suoi aspetti, un risultato potrebbe essere ottimale in un contesto, ma non in un altro.

Chiediti: “Quando, dove e con chi voglio raggiungerlo?”.

Fissa una tempistica, un momento ben preciso con una scadenza entro la quale concludere le attività che ti porteranno al raggiungimento del tuo obiettivo. Questo è molto importante per mantenere alta la tua motivazione. Ovviamente le scadenze ci mettono sotto pressione, ma ci aiutano a decidere il passo con cui procedere verso l’obiettivo. Senza di queste troveremmo mille scuse per rimandare le nostre azioni. Ad esempio, quando vuoi raggiungere il tuo peso forma di 70 chili? Entro quale giorno, mese, anno? Sii specifico.

5. ECOLOGICO

Il termine “ecologico” è riferito alla valutazione delle conseguenze delle azioni che intraprenderai per raggiungere un tuo obiettivo, considerando quelle a breve, medio e lungo termine.

Chiediti: “Quali conseguenze avrà per me e per chi mi circonda il raggiungimento del mio obiettivo?”

Per quanto possiamo desiderare qualcosa, alcune conseguenze potrebbero essere dannose. Un qualsiasi processo di cambiamento personale o il raggiungimento di un obiettivo desiderato crea una serie di reazioni conseguenti. La nuova situazione deve preservare gli aspetti positivi dello stato attuale, quindi i cambiamenti devono consentire di conservare i benefici che si posseggono nel presente. Quindi, quello che desideri rispetta chi sei e i tuoi valori?

Leggi le altre caratteristiche degli obiettivi ben formati nella seconda parte, qui: Obiettivi ben formati per definire al meglio ciò che desideri, parte 2.



 

COMMENTI

 

z3w2y
Accetta la normativa sulla Privacy
 




* campi obbligatori