BLOG  / Obiettivi ben formati per definire al meglio ciò che desideri – parte 2

 16/12/2014 
 Nella prima parte degli obiettivi ben formati ho analizzato nel dettaglio e con alcuni esempi le prime cinque caratteristiche: Espresso in positivo e Specifico, Misurabile, Scritto, Contestualizzato ed Ecologico.

Puoi leggerle qui: Obiettivi ben formati per definire al meglio ciò che desideri, parte 1.

In questa seconda parte esaminerò le altre cinque caratteristiche: In armonia con te stesso, Supportato dalle Risorse Personali, Realizzabile autonomamente, Suddiviso in tappe con un piano d’azione, Fattibile e Sfidante.

6. IN ARMONIA CON TE STESSO

Definendo il tuo obiettivo, devi valutare quanto sia in linea con i tuoi valori, la tua identità, la tua mission e la tua vision.

Chiediti: “È in linea con i miei valori, con chi sono, con la mia mission e la mia vision?”.

I tuoi valori rappresentano ciò che è importante per te, le sensazioni che vorresti vivere. Se ciò che ti prefiggi è in armonia con questi, sei nella situazione migliore, altrimenti dovresti considerare la possibilità di modificare il tuo obiettivo o addirittura di abbandonarlo del tutto. Anche in questo caso potresti pentirti di aver raggiunto ciò che desideravi.

Qualsiasi obiettivo che sia in conflitto con i tuoi valori è destinato a non essere raggiunto perché faresti cose che ti fanno stare male nel profondo. Quando invece gli obiettivi sono in armonia con te stesso, si crea una sinergia che ti spinge a muoverti nella direzione desiderata.

7. SUPPORTATO DALLE RISORSE PERSONALI

Uno dei principali compiti del coaching è definire al meglio gli obiettivi e sostenere le persone nel passaggio dal loro “stato attuale” a uno “stato desiderato”. Per farlo, solitamente servono risorse. Queste possono essere interiori (conoscenze, competenze, coraggio, determinazione, ecc.) oppure esterne (denaro, contatti, attrezzature, strumentazioni, ecc.).

Quindi, chiediti: “Che risorse ho a disposizione?”.

Rispondere a questa domanda è utile per riflettere prima di definire un piano d’azione e per fare un elenco di ciò che ti servirà. In questo modo potrai risparmiare tempo, evitare ostacoli lungo il percorso e procurarti le risorse necessarie prima di iniziare a perseguire il tuo obiettivo.
Rifletti sulle risorse che già possiedi, su quelle che dovrai acquisire e definisci dove, come e quando le acquisirai.

8. REALIZZABILE AUTONOMAMENTE

È indispensabile che l’obiettivo che ti poni sia sotto il tuo controllo. Se il suo raggiungimento prevede che altre persone facciano delle cose, o che non ne facciano altre, il rischio è quello di mettere il tuo obiettivo nelle mani degli altri.

Chiediti: “Il raggiungimento del mio obiettivo è sotto il mio controllo?” e “In che percentuale dipende direttamente da me?”.

Anche se non possiamo controllare un obiettivo al cento per cento, è importante esercitare il nostro controllo su una buona parte degli aspetti che determineranno il suo raggiungimento. Troverai molto utile riflettere su questo e magari, approfondendo la tua riflessione, scoprirai che hai più potere di quanto pensassi e che puoi influenzare gli aspetti che non dipendono da te.

Chiediti: “Come posso influenzare gli eventi esterni? Come posso gestirne le conseguenze?”.

9. SUDDIVISO IN TAPPE CON UN PIANO D’AZIONE

È necessario passare in rassegna questo ulteriore criterio, perché potresti perdere un po’ della tua motivazione lungo la strada, soprattutto se il tuo obiettivo è di medio o lungo termine.

Chiediti: “Qual è il mio piano d’azione?”.

Dividi il tuo percorso in tappe intermedie, così avrai la possibilità di pianificare le relative azioni, monitorare facilmente come procede il tuo lavoro, renderti conto di dove sei e di quanto ti manca per il traguardo e, se necessario, correggere il tuo piano.

Quanto più un obiettivo è impegnativo e ambizioso, tanto più è utile suddividerlo in sotto-obiettivi. Fissa anche le date di questi diversi step che compongono il tuo percorso. Pianificare ti aiuterà a risparmiare tempo: verifica con frequenza il tuo piano d’azione apportando le modifiche necessarie per renderlo più efficace.

10. FATTIBILE E SFIDANTE

Tante persone si pongono obiettivi irrealizzabili e poco realistici. Ricordati che spesso sopravvalutiamo ciò possiamo fare in un anno e che sottovalutiamo ciò che possiamo fare in
cinque anni.
Alza la tua asticella quel tanto che basta per provare delle forti emozioni positive all’idea di raggiungere l’obiettivo o delle forti emozioni negative al pensiero di non farcela. Devi percepire che questo obiettivo realizza il tuo bisogno di crescita e che ti eccita l’idea di realizzarlo.

Un obiettivo ben formulato deve quindi avere un giusto compromesso tra la fattibilità e lo stimolo positivo che ti dà l’idea di superare i tuoi limiti e compiere la tua migliore prestazione.

Se non hai ancora letto le prime 5 caratteristiche degli obiettivi ben formati, puoi farlo qui: Obiettivi ben formati per definire al meglio ciò che desideri, parte 1.

Adesso che conosci tutte le caratteristiche degli obiettivi ben formati, hai capito quanto è importante formulare al meglio gli obiettivi che vuoi raggiungere?

Ti ricordo anche che, per trasformare gli obiettivi in risultati, devi passare all’azione. Quindi, agisci subito, ora!


 

 

COMMENTI

 

g7m9i
Accetta la normativa sulla Privacy
 




* campi obbligatori