BLOG  / Le 5 domande fondamentali del coaching

 19/01/2015 
 Oltre ad aiutarti a definire al meglio gli obiettivi e fare chiarezza su ciò che desideri, il processo di coaching ti consente di determinare un piano operativo delle azioni da mettere in pratica.

Per stabilire nella maniera migliore possibile il tuo piano d’azione, il coach pone delle domande ben precise che hanno lo scopo di individuare nuove e più proficue azioni da attuare.

Hanno in sé il potere di focalizzare la tua attenzione verso il piano d’azione che ti porterà a raggiungere i risultati desiderati.

In particolare, ci sono quelle che vengono chiamate le 5 domande fondamentali del coaching.

Dopo aver dedicato a queste domande una serie di post sulla mia pagina Facebook Savino Tupputi Coach, ho deciso di racchiuderle in questo articolo per aiutarti a riflettere su degli obiettivi personali o professionali che vuoi raggiungere. Perciò, prendi carta e penna, e per ognuna definisci le azioni che farai scrivendole.

Ecco la prima!

1.Che cosa farai di più?
A volte mi capita di lavorare con organizzazioni e persone che magari hanno già delle strategie efficaci per il raggiungimento dei risultati, senza però esserne consapevoli o senza che riescano a portarle a compimento, magari fermandosi proprio un momento prima che la  strategia e le relative azioni diano i loro frutti.
Questa domanda serve per farti prendere coscienza delle azioni che già compi, quelle utili e funzionali al risultato, in modo da aumentare la loro frequenza per potenziarle e metterle in pratica. Quindi, te lo ripeto, cosa farai di più?

2.Che cosa farai di meno?
Ognuno di noi mette in atto delle “cattive” abitudini, quelle azioni ripetute per lo più inconsciamente, che ci allontanano da ciò che desideriamo. Porti questa domanda ti consentirà di individuare e prendere coscienza delle tue abitudini improduttive, quelle che ti fanno perdere tempo prezioso e limitano il tuo potenziale allontanandoti dal risultato. È utile quindi per diminuire la frequenza di questi comportamenti.

3.Che cosa farai di nuovo?
Attraverso le domande precedenti, mi auguro che tu abbia già individuato delle nuove azioni da intraprendere. Le nuove azioni sono le scintille che avvieranno il motore del tuo cambiamento. Questa domanda permette di visualizzarti in una nuova dimensione, in cui fai cose che non hai mai fatto prima. È utile per valutare altre opzioni riguardo il piano d’azione, altri possibili comportamenti utili a raggiungere il tuo sogno.
Come ti ho già consigliato in precedenza, metti per iscritto le tue riflessioni, non c'è niente di meglio che scriverle per avere una maggiore chiarezza delle nuove azioni che vuoi intraprendere per avvicinarti a ciò che vuoi.

4.Che cosa smetterai di fare?
Per attuare un cambiamento o raggiungere un nuovo risultato, devi capire quali sono le azioni dannose che ti hanno allontanato da esso. Questa domanda ti fa considerare che cosa eliminare dalle tue giornate per abbandonare le vecchie e cattive abitudini. Individua che cosa smetterai di fare: ti sarà utile per evitare i diversi ostacoli che si presenteranno lungo il tuo cammino. Elimina queste distrazioni e concentrarti su ciò che vuoi, sulla vita che desideri.
Quali intuizioni ti sono arrivate da questa domanda? Fissale su carta scrivendole e inizia ad attuare quella che ti sembra più facile da realizzare.

5.Che cosa farai da subito?
Questa quinta domanda ha il potere di farti passare subito all’azione e questo è determinante per generare le altre azioni da compiere, creando un flusso di rinnovata energia creativa che consentirà ai tuoi obiettivi di prendere forma come risultati.
Nella mia attività di coach termino sempre la sessione con un piano operativo e una o più azioni specifiche da compiere immediatamente. Inoltre, solitamente chiamo il cliente a fine giornata per avere un feedback immediato sull’azione compiuta. Fallo anche tu: decidi l’azione da compiere subito, entro oggi, e a fine giornata prenditi del tempo per un feedback immediato su come è andata.

Spero che troverai queste cinque domande utili per generare azioni e completare la traduzione delle tue intenzioni, passando dalla visione all’azione. È importante che tu sappia con chiarezza che cosa vuoi veramente, che ti focalizzi su che cosa devi fare e che il piano esecutivo, indispensabile per produrre risultati, sia nelle tue mani, scritto nero su bianco.

Grazie per avermi consentito di essere il tuo coach attraverso queste 5 domande.

Ora tocca a te. Ti auguro il meglio!

Quale delle 5 domande del coaching è stata più utile per te? Puoi scriverlo nei commenti e condividerlo utilizzando i pulsanti social!


 

 

COMMENTI

 

g5r2x
Accetta la normativa sulla Privacy
 




* campi obbligatori